Perché salvare i genitori dalle esperienze non è il tuo compito

Non siamo responsabili dello stato emotivo degli altri. Ma, ahimè, troppo spesso diventiamo “genitori” per le generazioni più anziane. Come riguadagnare i confini emotivi nella comunicazione con loro?

Molti esperti concordano sul fatto che uno dei compiti principali dei genitori è quello di dare al bambino un senso di sicurezza. Le basi molto forti su cui è costruita la psiche per bambini. Ma se i genitori stessi fossero persone immature, anziché stabilità e sicurezza, hanno “assegnato” i bambini con un senso di ansia, paura, vulnerabilità ..

Per renderlo conto, il bambino adulto può richiedere anni. La resistenza è spesso attivata: nessuno vuole concordare sul fatto che i genitori fossero tossici e che la famiglia era malsana, disfunzionale. Non importa quanti anni siamo, voglio credere che i genitori ci abbiano amato incondizionatamente e ci hanno provato come potevano.

Forse lo è stato davvero, ma questo non è sempre abbastanza. Quando un bambino adulto si rende conto di tutto, può sembrare che il suo compito sia “salvare” i suoi genitori, non importa quanto tempo distruttivo il loro comportamento. La nostra parte empatica riconosce il dolore di qualcun altro e cerca di guarire l’altro, incollare ciò che è stato rotto.

Quando cresciamo in una famiglia in cui gli adulti non sono in grado di regolare le proprie emozioni e di scomporre regolarmente (e “esplodere”), ad esempio, formiamo alcuni meccanismi di adattamento psicologico:

  • Pulire l’umore dei genitori,
  • L’adozione del ruolo genitore (in questo caso, diventiamo un adulto in queste relazioni, non importa quanti anni siamo),
  • Prevedere le esigenze del genitore,
  • abbandono dei propri bisogni,
  • Eccessivo meditando sulle tue stesse parole e azioni nella speranza di prevenire la “rottura” dei genitori,
  • un senso di responsabilità per l’ambiente caotico in cui siamo e con esso – un sentimento di colpa e dubbi su se stessi.

Di norma, questi meccanismi diventano parte di noi. Noi stessi non notiamo che agiamo in questo modo, e non altrimenti, e non capiamo che questo ci danneggia. Ad esempio, possiamo supporre che il desiderio di compiacere tutti sia la nostra linea “innata”, non rendendosi conto che questo era il nostro meccanismo per l’adattamento alla vita con genitori immaturi.

E proietteremo anche il nostro infortunio disabitato ai genitori e inizieremo a credere che dovremmo “curerli”. Ecco come Lindsay Gibson ne scrive nel libro “Figli adulti di genitori emotivamente immaturi”: “Non un figlio singolo sarà così bravo da causare amore a un genitore semolato.

Tuttavia, questi bambini credono che l’attaccamento debba essere pagato, mettendo le altre persone in primo luogo e considerandole più importanti di loro. Sono sicuri che, dando, saranno in grado di mantenere le relazioni. I bambini che cercano di guadagnare l’amore per i genitori non sanno che l’amore incondizionato non può essere acquistato per un buon comportamento “.

Le persone vedono quello che vogliono vedere. La maggior parte di noi è sicura che le nostre famiglie fossero normali e sono grate ai nostri genitori per averci dato. E scandali, conflitti, controversie, punizione – con cui non accade. Ci è stato insegnato a credere che questo sia nell’ordine delle cose.

In un certo senso, sono i nostri genitori così che e ancora più nonni (e una volta) è stato scoprire cos’è la maturità emotiva,

nessuno ha insegnato loro a comprendere i propri sentimenti, di esprimerli rispettosi dell’ambiente e stabilire i confini. Il fatto che molti di loro siano rimasti emotivamente immaturi, non c’è colpa.

“Tuttavia, se uno dei genitori” si fonde “con il bambino, cresce senza consapevolezza della propria identità, non capisce chi sia”, commenta lo psicoterapeuta Shary Styins. – Si sente in risposta allo stato emotivo del genitore. In tali condizioni, una persona diventa il modo in cui il genitore vuole vederlo “.

Cercare di cambiare un’altra persona è il percorso verso il nulla. Di conseguenza, riceverai frustrazione e maggiore ansia, rabbia. Per cambiare le sue convinzioni e ammettere che tutta la sua vita ha vissuto erroneamente, sono necessarie una grande consapevolezza e coraggio – qualcosa che, di regola, manca di genitori emotivamente immaturi.

Non importa quanto “li rallenti” e cerchi di convincerli, questo non aiuterà la causa. Ci è stato insegnato ad accettare la nostra famiglia per scontato e non possiamo dubitare delle azioni dei nostri genitori e dei loro metodi educativi. Ci hanno ispirato che “tutti i genitori adorano i loro figli, solo tutti a modo loro”.

Ma il punto è che la nostra salute spirituale è indissolubilmente legata alle nostre relazioni con i nostri genitori. E se siamo ancora dipendenti da loro o cerchiamo di prevedere il cambiamento del loro umore, per favore o ci foniamo con loro, non possiamo crescere normalmente e svilupparci anche in età adulta. Pertanto, il nostro compito è quello di cuocere a fuoco lento dai genitori e dargli se stessi per risolvere i loro problemi emotivi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *